Si viene alle grosse

Maurizio era rimasto un po’ male. Quella improvvisa stanchezza del suo interlocutore poteva significare due cose: o che egli, Maurizio, avesse ecceduto nella difesa delle proprie opinioni, o che il suo avversario, usato al comando in ogni cosa, fosse noiato di sentirsi contraddire. Che stranezza, del resto, e come Maurizio si era lasciato ingannare dalle apparenze! Egli non avrebbe immaginato … Continua a leggere

Sotto la spoglia di quell’uomo

–Eh!–disse Maurizio, stringendosi nelle spalle, mentre in cuor suo si maravigliava forte di trovare sotto la spoglia di quell’uomo d’armi un lettore dei moderni evoluzionisti;–vuol esser dunque morale indipendente, la nostra? –Non mi spaventano i nomi;–replicò il generale. –Ebbene,–ripetè Maurizio,–non vi spaventino dunque le mie povere argomentazioni. –No davvero, sentiamole.– Qui fu una piccola interruzione nel dialogo. Dall’alto della gradinata, … Continua a leggere

La disputa filosofica

Un giorno che Maurizio faceva la solita strada del bosco per salire alla Balma, gli venne veduta la gran novità di un abito talare che appariva e spariva a intervalli lungo i tigli del gran viale. L’abito talare scendeva; e Maurizio, fermandosi alquanto ad una svolta del sentiero, riconobbe il suo uomo. Don Martino che veniva di lassù! Era un … Continua a leggere